Quale distribuzione GNU/Linux CBS utilizza?

La risposta a questa domanda non è immediata. Prima di scegliere la giusta distribuzione da utilizzare ci sono delle considerazione da fare, come il tipo di hardware sulla quale andrà installata ed il tipo di utilizzo che se ne dovrà fare.

CBS valuta caso per caso con il cliente quale sia la distribuzione giusta per ogni situazione. Ma se il cliente ci lascia piena libertà le nostre scelte si orientano in una ben definita direzione. Senza dubbio la distribuzione preferita da CBS in ambito server è Debian GNU/Linux, sia per motivi tecnici che per motivi filosofici. Per gli stessi motivi utilizziamo su tutti i nostri sistemi Desktop la distribuzione Ubuntu o Kubuntu a seconda delle preferenze del Desktop Enviroment.


La nostra classifica (in ambito Server)

Debian GNU/Linux

1° Debian GNU/Linux

Opens external link in new window http://www.debian.org

Debian è la nostra distribuzione preferita, quando ci è possibile la installiamo sempre in ambito server. I punti di forza di questa distribuzione sono la grande comunità che vi ruota attorno, la miriade di pacchetti già preconfezionati che si possono trovare in rete. Ma più di tutto Debian ha un sistema di gestione pacchetti che è quanto di meglio si possa trovare. I .deb ed i tool per gestirli, apt-get, aptitute e dpkg, sono strumenti di lavoro eccezzionali.


Red Hat Enterprise Linux (RHEL)

2° Red Hat EL / CentOS

Opens external link in new window http://www.redhat.com

Opens external link in new window http://www.centos.org

Red Hat Enterprise Linux (RHEL) è la distribuzione commerciale, di classe enterprise, più utilizzata in ambito server e mainframe. I principali fattori che fanno spesso preferire questa distribuzione rispetto ad altre meno commerciali ma più libere, sono il supporto per una vasta quantità di harwdare, le certificazioni che molti vendor, sia di software che di hardware, rilasciano a questo prodotto e la garanzia di supporto tecnico, da parte della casa madre Red Hat, di ben 7 anni dalla sua data di rilascio, fattore di non poco conto in ambiti di classe enterprise. CentOS è una distrubuzione derivata da RHEL in tutto e per tutto compatibile con quest'ultima, ma a differenza di questa è mantenuta  un team di volontari partendo dai sorgenti di RHEL rilasciati da Red Hat. A suo sfavore vi è una gestione meno organizzata dei pacchetti (RHEL si basa sui .rpm) rispetto alle Debian based.


Ubuntu Linux

3° Ubuntu Server LTS

Opens external link in new window http://www.ubuntu.com

Ubuntu in pochi anni si è guadagnata una notevole fama ed ha scalato le classifiche delle distribuzioni più utilizzate, soprattutto in ambito Desktop. Grazie alla sua versione Server LTS (Long Term Support) che garantisce un supporto per ben 5 anni, è possibile adottarla anche in ambito server. Basandosi quasi totalmente su Debian ne riprende tutti i benefici di quest'ultima. A differenza di Debian, Ubuntu è una distribuzione commerciale ma con "la promessa" di rimanere sempre libera.


SUSE Linux Enterprise Server

4° SUSE Linux Enterprise Server

Opens external link in new window http://www.suse.com

Sebbene dopo l'acquisizione da parte di Novell ci siano state diverse problematiche ed incertezze legate allo sviluppo ed al futuro di questa storica distribuzione Linux (in special modo dopo l'accordo Novell - Microsoft) SUSE, nella sua versione per Server, rimane sempre un ottimo prodotto, molto stabile, sempre al passo con i tempi e semplice da gestire grazie al suo famoso tool YaST. Questa distrubuzione non è molto conosciuta da noi ma è molto apprezzata nel resto d'europa, in special modo in germania, sua terra di origine.


Le distribuzioni (in ambito Server) da NON utilizzare

Non ci voglia male nessuno ma riteniamo che alcune distrubuzioni GNU/Linux non siano assolutamente adatte all'utilizzo in ambito server. Le ragioni sono varie ma principalmente così riassumibili:

  • Cicli di rilascio troppo brevi
  • Supporto tecnico garantito per un ridotto periodo
  • Pensate per altri scopi ed utilizzi
  • Non ancora dichiarate stabili

Sicuramente in questa fascia ricadono questi nomi: Fedora (è il banco di sviluppo e di prova delle future RHEL), Ubuntu in versione non LTS (supporto limitato nel tempo), tutte le versioni di sviluppo di Debian (nessun supporto da parte del team della sicurezza) e tutte le distribuzioni Linux non più attivamente mantenute.

Per i motivi sopra elencati ed altri, invitiamo i possessori di sistemi GNU/Linux facenti parte di questo elenco a contattare CBS per valutare l'aggiornamento dei loro sistemi con versioni più recenti al fine di garantire una maggiore sicurezza e stabilità ai loro sistemi.


Ed in ambito Desktop?

Ormai GNU/Linux è pienamente maturo per essere utilizzato anche in ambito Desktop e Workstation senza troppe limitazione. I suoi principali Desktop Enviroment (DE) Gnome e KDE sono perfettamente fruibili da qualsiasi tipo di utente. Anche i passati problemi di supporto hardware per periferiche quali stampanti, schede video e dispositivi wireless sono (quasi del tutto) tempi ormai lontani.

Ma quali sono le distrubuzioni Linux per Desktop Utilizzate e consigliate da CBS?

Per noi le migliori sono due:

Ebbene si, ci piace KDE (anche se adesso utilizziamo Gnome)!


Homepage Informativa sulla privacy Mappa del sito Contatti

Seguici su Facebook
Seguici su twitter
Iscriviti alla Newsletter